Prima di condividere con voi la ricetta di mia nonna desidero parlarvi della storia del cannolo siciliano. Il nome “cannolo” è riferito alle canne di fiume cui veniva arrotolata fino a pochi decenni fa la cialda durante la sua preparazione, il dolce fu inventato secondo una ipotesi in tempi remoti per festeggiare il carnevale.

Cicerone lo definiva così:

Tubus farinarius dulcissimo edulio ex lacte fartus
ovvero un tubo di farina ripieno di morbida crema di latte. Il cannolo sarebbe stato inventato dalle abili mani delle suore di clausura di un convento nei pressi di Caltanissetta, partendo da un’antica ricetta romana poi elaborata dagli arabi. Secondo una diffusa tradizione esso deve il proprio nome ad uno scherzo carnevalesco che consisteva nel far fuoriuscire dal cannolo la crema di ricotta al posto dell’acqua, cannolo è un termine dilettale che indica una sorta di rubinetto.

Il dolce sebbene sia nato a Caltanissetta, deve comunque gran parte della sua notorietà e diffusione planetaria ai pasticceri di Palermo. Si narra che furono per prime le donne dell’Harem del Castello delle donne del signore dell’allora Qal’at al-Nissa (Caltanissetta) le inventrici della ricetta.

Secondo la tradizione fu proprio quella del cannolo siciliano una delle ricette tramandate dalle donne musulmane alle consorelle cristiane, che lo iniziarono a produrre inizialmente durante il periodo carnevalesco, per poi diventare di uso e produzione durante tutto l’anno (fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Cannolo#cite_note-libero.it-4).

Cannolo Siciliano

Difficoltà: bassa
Numero di persone: 6
Calorie: 350 per 100 grammi
Costo: circa 12 euro
Preparazione: 2 ore

Ingredienti cannolo siciliano:

  • Farina 00: 130 grammi
  • Uova grandi: 1
  • Strutto: 20 grammi
  • Cacao amaro: 1 grammo
  • Zucchero: 14 grammi
  • Marsala: 15 grammi
  • Aceto di mele: 12 grammi
  • Olio di arachidi: 1/2 bottiglia
  • Zucchero a velo: q.b
  • Frutta candita: q.b

Per la crema di ricotta:

  • Ricotta di pecora: 400 grammi
  • Zucchero: 120 grammi
  • Gocce di cioccolato: q.b

Procedimento cannolo siciliano:

Lavorate gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo.

Cannolo Siciliano

Formate una palla, e riponetela in frigo per circa tre ore.Nel frattempo ponete la ricotta in uno scolapasta e lasciatela riposare, farla sgocciolare in modo da eliminare il siero in eccesso.

Cannolo Siciliano A questo punto prepariamo la crema di ricotta, lavorando  con l’aiuto delle fruste elettriche, la ricotta con lo zucchero finché non risulterà liscia e cremosa, infine aggiungete le gocce di cioccolato.

Cannolo Siciliano

Tirate fuori dal frigo la base per la scorza del vostro cannolo sicilano. Stendetela aiutandovi con la macchina per la pasta, oppure utilizzando il mattarello, lo spessore ottimale è di un millimetro.

Cannolo SicilianoAllargate l’impasto spianandolo con il mattarello, formate dei quadrati e avvolgete l’impasto del cannolo siciliano sui cilindri in acciaio.

Scorrete le immagini per capire come fare:

Cannolo-siciliano-14
Cannolo-siciliano-13
cannolo-siciliano-6
cannolo-siciliano-7

Scaldate in un pentolino l’olio di arachidi e friggette le vostre scorze, mi raccomando l’olio deve essere caldo e friggete ciascun lato per un minuto circa.

Avviso!
Fate Attenzione a non bruciarvi con l’olio che si trova all’interno del cilindro, infatti vi consiglio di usare una pinza per scolare bene.

Cannolo Siciliano
Lasciate raffreddare la scorza del cannolo siciliano, e riempite al momento, per evitare che si ammorbidisca e rovini la croccantezza che contraddistingue la scorza, con la crema di ricotta aiutandovi con una la spatola lecca-pentola.

Cannolo Siciliano

Cannolo Siciliano

Decorate il cannolo siciliano con la frutta candita e spolverizzate con dello zucchero a velo.

Cannolo SicilianoCannolo Siciliano

Sono un informatore medico con il pallino della cucina, nata a Palermo, recentemente trapiantata al nord. Ho una missione: voglio fare conoscere e rendere possibile la preparazione delle ricette tipiche siciliane e non solo…
Vota questa ricetta!